Il cancro del colon e della prostata

Tumore della Prostata

Trattamento della prostatite candele Propoli

Nei Paesi occidentali il cancro del colon-retto rappresenta il secondo tumore maligno per incidenza e mortalità, dopo quello della mammella nella donna e il terzo dopo quello del polmone e della prostata nell'uomo. La malattia, abbastanza rara prima dei 40 anni, è sempre più frequente a partire dai 60 anni, raggiunge il picco massimo verso gli 80 anni e colpisce in egual misura uomini e donne. In Italia, si stima che questo tumore colpisca circa L'incidenza è in aumento nella popolazione femminile per via delle abitudini di vita sempre più uniformi tra i due sessi.

Negli ultimi anni, come detto prima, si è assistito a un aumento del numero di tumori, ma anche a una diminuzione della mortalità, attribuibile soprattutto a un'informazione più adeguata, alla diagnosi precoce ed ai miglioramenti nel campo della terapia. Molte sono le cause che contribuiscono a determinare la malattia. Alcune legate alla dieta e alla alimentazione altre a fattori genetici ed altri a fattori non ereditari.

Associata ad una colonscopia un esame del colon con un apposito tubo flessibileeffettuata ogni dieci anni a partire dai 50 anni di età, è in grado di individuare il 75 per cento dei tumori. Purtroppo molto spesso sono asintomatici e talvolta aspecifici e pertanto sovente sovrapponibili a quelle di molte altre malattie addominali o intestinali. Il ruolo della terapia medica nelle neoplasie del colon retto è senza dubbio complementare alla terapia chirurgica.

Questo, in casi selezionati, permette una migliore radicalità chirurgica e una significativa riduzione delle recidive locali della malattia. Talvolta, sempre in casi selezionati, viene posta ulteriore indicazione ad una chemioterapia dopo l'intervento di resezione.

La chirurgia è la terapia di scelta per i tumori colorettali. La diagnosi si avvale dell'esame clinico, che consiste nella palpazione dell'addome alla ricerca di eventuali masse e di linfonodi. Mario Trompetto All rights reserved - privacy - credits - Dati societari.

IVA Dott. Patologie trattate. Fattori nutrizionali: molti studi dimostrano che una dieta ad alto contenuto di calorie, ricca di il cancro del colon e della prostata animali e povera di fibre è associata a un aumento dei tumori intestinali; viceversa, diete ricche di fibre cioè caratterizzate da un alto consumo di frutta e vegetali sembrano avere un ruolo protettivo.

Fattori genetici: è dimostrato da molti studi una maggiore incidenza di tumori del colon e retto in determinati soggetti appartenenti a famiglie con poliposi adenomatose FAP, la sindrome di Gardner e quella di Turcot e in quella che viene chiamata carcinosi ereditaria del colon-retto su base non poliposica detta anche HNPCC o sindrome di Lynch.

Si tratta di malattie il cancro del colon e della prostata da genitori portatori di specifiche alterazioni genetiche, e che possono anche non dar luogo ad alcun sintomo. La probabilità di trasmettere alla prole il gene alterato è del 50 per cento, indipendentemente dal sesso. Fattori non ereditari: sono importanti l'età, le malattie infiammatorie croniche intestinali la rettocolite ulcerosa e i morbo di Crohnuna storia clinica il cancro del colon e della prostata di polipi del colon o di un pregresso tumore del colon-retto.

Polipi e carcinomi che non rientrano tra le sindromi ereditarie illustrate sopra vengono definiti "sporadici", sebbene anche in questo caso sembra vi sia una certa predisposizione familiare. Si stima che il rischio il cancro del colon e della prostata sviluppare un tumore del colon aumenti di 2 o 3 volte nei parenti di primo grado di una persona affetta da cancro o da polipi del grosso intestino.

Sintomatologia Purtroppo molto spesso sono asintomatici e talvolta aspecifici e pertanto sovente sovrapponibili a quelle di molte altre malattie addominali o intestinali. Terapia medica Il ruolo della terapia medica nelle neoplasie del colon retto il cancro del colon e della prostata senza dubbio complementare alla terapia chirurgica. Terapia chirurgica La chirurgia è la terapia di scelta per i tumori colorettali.

Vedi immagine Vedi immagine Attività diagnostica La diagnosi si avvale dell'esame clinico, che consiste nella palpazione dell'addome alla ricerca di eventuali masse e di linfonodi. Possibili esami diagnostici. Possibili interventi chirurgici da valutare dopo accurata visita specialistica. Ritieni opportuna una nostra visita o consulenza?

Dati societari P.