Il cancro della prostata è uno stile di vita

Tumore della Prostata

Seme in una prostata

VENTITRE' città italiane per un tour della prevenzione, che porta gli oncologi a parlare di lotta alle neoplasie nei centri ricreativi per la terza età.

Con l'invecchiamento la probabilità di ammalarsi è 40 volte più alta rispetto a quella delle persone tra i 20 e i 40 anni e quattro volte maggiore rispetto a quella di chi ha tra i 45 e i 65 anni. In particolare, la neoplasia più frequente nei maschi con più di 65 anni è quella della prostata : nel le diagnosi di questo tumore sono state più di 35mila, un quinto del totale. L'importanza di uno stile di vita corretto. L'oncologo ha un ruolo chiave nell'informare l'anziano non solo sulla patologia e sui trattamenti a quali sarà sottoposto, ma soprattutto su come gestire il tumore, partendo Il cancro della prostata è uno stile di vita correzione di quei comportamenti sbagliati come l'abitudine al fumo, il consumo di alcolici, l'alimentazione poco equilibrata e la sedentarietà.

La diagnosi tempestiva. Un altro fattore importante riguarda la diagnosi fatta a tempo debito, molto spesso decisiva per sconfiggere il cancro. E spesso non tutti i pazienti accedono ai trattamenti più innovativi. Per questo è importante la tempestività della diagnosi. Prima si riconosce la malattia, maggiori sono le possibilità di superarla con una buona qualità di vita, anche se si è ultrasettantenne.

A differenza di altri tumori, per quello prostatico non esistono ancora programmi di screening approvati come la mammografia e il sangue occulto nelle feci". L'esecuzione del test del PSA va infatti sempre concordata con il medico curante o lo specialista urologo perché i suoi risultati possono confondere. Oggi su Manovra, è caccia a 5 miliardi Da Erdogan alla manovra: il governo pallido Le bombe di Ankara Il cancro della prostata è uno stile di vita i giornalisti.