La terapia protonica per il cancro alla prostata

Il mio medico – Cancro alla prostata : le nuove terapie

Trattamento della prostata quale farmaco

Con i fasci protonici si possono trattare tumori che, per sede o tipologia, non possono essere operati o curati con altre forme di radioterapia. In Italia i malati candidabili a La terapia protonica per il cancro alla prostata si valutano fra i 7. IEO Proton Center nasce dunque in primo luogo per rispondere a un bisogno urgente del Paese, riconosciuto dal Ministero della Salute, che ha recentemente inserito la protonterapia nei Livelli Essenziali di Assistenza.

Rappresenta quindi una nuova possibilità terapeutica per i tumori dei bambini e per molti tipi di tumori degli adulti. Sono i tumori situati vicino ad organi vitali o in aree particolarmente sensibili alla tossicità dei raggi fotonici, come quelli del cervello o della spina dorsale, oppure tumori a geometria complessa, come quelli del distretto testa-collo, o ancora tutti i tumori che sviluppano radioresistenza, cioè non rispondono più alla radioterapia. Tutti casi che non hanno attualmente altre opzioni di cura.

Ma al di là di queste indicazioni chiare, le ipotesi scientifiche di utilizzo della protonterapia La terapia protonica per il cancro alla prostata stanno ampliando enormemente. Per questo la comunità scientifica internazionale è fortemente impegnata in studi di validazione e approfondimento e i centri di protonterapia si stanno moltiplicando in tutti i Paesi ad alto tasso di sviluppo. Quindi vengono concentrati in fasci, trasportati e rilasciati con estrema precisione sulla sede del tumore da un sistema chiamato Gantry.

Il principale vantaggio del raggio protonico è che la maggior parte della sua energia è rilasciata sul tumore, dove esercita il massimo del suo effetto distruttivo. Rispetto alle altre forme di radioterapia, risparmia quindi i tessuti sani che si trovano prima del tumore nella traiettoria del fascio e non danneggia quelli sani che si trovano dopo o dietro il tumore.

Oggi, come è avvenuto per tutte le nuove tecnologie di cura, la prima barriera a un utilizzo estensivo dei La terapia protonica per il cancro alla prostata sono i costi.

La soluzione è la cosiddetta stratificazione: somministrare la terapia al paziente che ha maggiori probabilità di averne il massimo beneficio.

Cerca nel sito. Un istituto di riferimento dove la ricerca sui tumori diventa cura in tempo reale.