Standard di cura, il cancro alla prostata

Cancro alla prostata aggressivo o mestastatico, come trattarlo?

Massaggio prostatico gay

Cambia lo standard di cura? Lo rivelano i risultati di uno dei più grandi trial clinici per il cancro alla prostata presentati oggi a Chicago al congresso annuale dell'Associazione Americana di Oncologia Clinica ASCO. I nuovi risultati potrebbero infatti cambiare il modo con cui i medici approcciano il trattamento del cancro alla prostata.

Questa è una delle riduzioni più significative della mortalità che ho visto in il cancro alla prostata qualsiasi sperimentazione clinica per i tumori adulti ".

Storicamente, la terapia di deprivazione androgenica ADT è stata lo standard di cura per i pazienti con carcinoma prostatico metastatico. L'ADT è spesso molto efficace nel ridurre o rallentare la crescita del cancro alla prostata che si è diffuso, ma standard di cura solito diventa meno il cancro alla prostata nel corso del tempo.

I ricercatori hanno combinato la terapia ormonale standard con abiraterone, che standard di cura viene utilizzato solo per i pazienti affetti da tumore alla prostata la cui malattia abbia smesso di rispondere alla terapia ormonale standard.

La progressione radiografica rPFS, radiographic progression-free survival mediana era di 33,0 mesi com acetato abiraterone più prednisone e ADT, rispetto ai 14,8 mesi con placebo più ADT. Lo studio ha esaminato un gruppo di 1. I pazienti che hanno ricevuto entrambi abiraterone e la terapia ormonale normale erano significativamente meno probabilità di morire, rispetto ai pazienti che hanno ricevuto solo terapia ormonale. I ricercatori hanno anche scoperto che i pazienti che hanno ricevuto entrambi i farmaci presentavano effetti collaterali leggermente più forti, in particolare problemi cardiovascolari e epatici.

Il cancro alla prostata paziente che ha partecipato alla prova, Alfred Samuels, 59 anni, è stato diagnosticato standard di cura un cancro alla prostata avanzato nel gennaio Sono ancora in studio, i cui dati ritengo siano rassicuranti e, per fortuna, il mio cancro viene gestito bene ".

Ovvero una terapia orale, somministrabile a domicilio, con evidenti vantaggi per il paziente in termini di qualità di vita, di impatto sulla quotidianità e non ultima di tollerabilità, continua Giuseppe Procopio. Si tratta di una quota minoritaria, nei paesi occidentali, ma estremamente aggressiva. Un problema in più ma sicuramente positivo, dato che aggiunge un trattamento ulteriore efficace standard di cura quello attualmente disponibile.

Tags: asco cancro alla prostata abiraterone. Altri articoli della sezione Oncologia-Ematologia. Doppio blocco al fattore di crescita epidermico umano nel cancro colorettale metastatico. Tre studi positivi.