Infiammazione della prostata test PSA

Prostata: PSA

Prostatite in 56

E quando? Questo esame viene spesso consigliato dal medico di famiglia a tutti gli uomini a partire dai 50 anni, ma ormai è assodato che non è appropriato per svolgere screening a tappeto sulla popolazione sana.

Sulla base del risultato si possono disegnare le strategie dei controlli e la loro frequenza. Per questo, prima di allarmarsi e di decidere qualsiasi intervento, che potrebbero comportare trattamenti inutili, bisogna valutare bene i risultati e procedere, se necessario, con altre indagini. Questo se i valori sono sopra la norma. Un aspetto finora meno considerato è quello che riguarda invece valori di Psa bassi.

Inoltre, il 25 per cento di chi prendeva medicine per la prostata ingrossata riceveva una diagnosi di tumore a uno stadio già avanzato della malattia, in confronto al 17 per cento delle persone che non seguivano la stessa terapia.

Infine, il 7 per cento dei pazienti in cura con inibitori della 5-alfa reduttasi aveva un tumore metastatico rispetto al 3 per cento infiammazione della prostata test PSA uomini non in cura. Meno noto è in effetti il pericolo opposto. Ci sono anche casi in cui bassi livelli di Psa non sono necessariamente rassicuranti, come nello studio in questione, e non possono escludere la presenza di un carcinoma. I primi segnali sono piccoli disturbi urinari, come difficoltà ad iniziare la minzione, una certa impellenza del infiammazione della prostata test PSA o la necessità frequente di svuotare la vescica, specie di notte.

Nulla di grave, non a caso si parla di ipertrofia prostatica benigna. In autostrada con moto e scooter Ma solo se si è maggiorenni Vespa Sprint, operazione nostalgia Se il magnesio abbonda nella dietale ossa sono meno fragili Le ultime parole dal jet e una strana mappa. Getty images. Prev Infiammazione della prostata test PSA.